RIMEDI NATURALI CONTRO LE ZANZARE



Con l'arrivo della bella stagione è molto piacevole passare le serate fuori casa, o cercare refrigerio aprendo le finestre per far entrare il fresco della sera..peccato solo che oltre alla piacevole brezza estiva, anche le fastidiosissime zanzare facciano la loro comparsa. 


Ed ecco quindi che tra ronzii nelle orecchie, bolle imbarazzanti e pruriti fastidiosi iniziano a darci il tormento. Come evitare questo disagio? Continuate a leggere per alcuni semplici ed efficaci rimedi


Identikit della zanzara




Sembra che l'origine delle zanzare risalga addirittura all'epoca Mesozoica primordiale.


Questi insetti appartengono alla famiglia delle Culcidae e fanno parte della famiglia dei Ditteri. Morfologicamente presentano un apparato boccale pronunciato, il quale è presente esclusivamente nelle femmine (più piccole dei maschi, ma decisamente più “infingarde”), al fine di pungere animali ed esseri umani e prelevarne i fluidi vitali, ricchi di proteine, necessarie per la maturazione delle uova.


Il corpo dell'animale è di forma esile ed allungata, e ricorda quella di un ragno provvisto di ali. Di solito le femmine sono lunghe pochi millimetri (fino a 15 negli esemplari più massicci), mentre i maschi, che hanno zampe ed ali ben visibili, possono raggiungere anche qualche centimetro.


 Alcune specie, sono riconoscibili per via della caratteristica conformazione tigrata, e per questo vengono chiamate zanzare tigre. 




Questa specie sembra essere molto più aggressiva e resistente delle altre, e per questo, specialmente negli ultimi anni, sta rappresentando un enorme disagio.


Le larve sono prive di zampe, e si sviluppano prettamente negli acquitrini e nelle zone paludose, ricche in acqua stagnante. Le antenne non sono prensili e l'apparato boccale è di tipo masticatore caratterizzato da mandibole denticolate e da una spazzola di setole posizionata nel labbro superiore, che viene usata come organo filtrante.


Lo sviluppo delle larve allo stadio adulto dura in media solo 3 o 4 giorni, pertanto questa caratteristica fa della zanzara un insetto molto infestante.


Rimedi naturali contro le zanzare


Qualcuno ha provato ad accogliere una famiglia di pipistrelli in casa, altri si sono attrezzati con zampironi e bombolette spray, altri ancora si sono circondati da cespugli di gerani e citronella, ma le zanzare sembrano essere imbattibili. Ma allora, come è possibile combattere questi terribili insetti senza nascondersi in un bunker per tutta l'estate?


Alcune piante, e gli oli essenziali che si estraggono da esse, possono essere un valido rimedio contro questi antipatici insetti


Numerose piante, infatti, sprigionano dei profumi che servono per attirare gli insetti e per farli partecipare all’ impollinazione, ma altre al contrario producono sostanze aromatiche volte ad allontanarli: ossia dei veri e propri repellenti e persino insetticidi capaci di disturbare il loro sistema nervoso o i loro processi enzimatici.  


Si tratta di sostanze aromatiche che vengono prodotte dal metabolismo della pianta e che si trovano sotto forma di minuscole goccioline d'olio nelle foglie, nella resina, nei rami, nel legno, ma anche, e soprattutto, nei fiori, radici, buccia.... e che poi vengono estratti dalla pianta fresca mediante una tecnica chiamata distillazione in corrente di vapore.


Gli oli essenziali interferiscono con gli organi sensoriali delle zanzare tramite dei veri e propri messaggi chimici. Praticamente, dunque, queste essenze sono in grado di mandare in tilt il loro “radar”, e le zanzare non riescono più a trovare il loro obiettivo…cioè noi, che finalmente saremo in grado di goderci le nostre belle serate estive senza preoccupazioni e fastidi.


Gli oli essenziali più adatti a questo scopo sono: geranio, tea tree, lavanda, menta, citronella, eucalipto, cipresso.


Come usarli:


Gli oli essenziali sono molto concentrati, pertanto è bene non applicarli direttamente a contatto con il corpo, né abusarne, altrimenti si rischiano estreme sensibilizzazioni della parte trattata o reazioni cutanee ancora più fastidiose delle punture di zanzara. Pertanto, affinché siano efficaci senza controindicazioni, sarebbe bene diluirne pochissime gocce in un olio di base, come ad esempio quello extravergine di oliva, l'olio di mandorle dolci o di avocado, oppure anche in una crema idratante neutra e non profumata.


Per l'utilizzo ambientale, invece, è sufficiente versarne qualche goccia nei appositi brucia essenze, oppure creare in casa delle candele aromatizzate a base di cera d’api o, ancora, creare degli spruzzini anti-zanzare. Basterà inserire in un po' d'acqua una miscela di oli essenziali in concentrazione del 3%, inserire il liquido in un contenitore spray opportunamente lavato, agitare bene prima di ogni utilizzo, ed ecco pronto un ottimo antidoto anti-puntura da spruzzare vicino al letto o alle finestre. E non solo..è anche ottimo per allontanare pulci ed afidi dai fiori.


Altri rimedi naturali contro le zanzare


Già dai tempi più remoti l’uomo ha provato a tenere lontano gli insetti bruciando alcune piante aromatiche o dal forte odore. Nell’ antico Egitto, ad esempio, venivano applicate sulla pelle sostanze dal forte odore, proprio come protezione contro le punture di insetti.
I Romani invece usavano canfora, cipresso, buccia di melograno e cannella, sia sotto forma di unguenti, sia diluiti nelle lampade ad olio.




Ed ancora, nel XVII secolo, si faceva uso di rimedi efficaci quali la canapa e, più tardi, di estratti vegetali quali l'aglio, l'olio di oliva ed il succo di pomodoro, che essendo agri, erano in grado di tenere le zanzare lontane da chi assumeva o si cospargeva di tali sostanze.

Sostanze naturali con qualità di agente repellente sono anche: olio di anice, olio di lavanda, bergamotto, olio di noce moscata, catrame di betulla, olio di garofano, canfora, olio di fiori di arancio, olio di citronella, olio di menta piperita, olio di eucalipto, pino, timo, noce di cocco, vitamina B1, aglio, cannella.

Tutti questi elementi svolgono una leggera azione repellente, prevalentemente contro le zanzare.


Ma, a parte gli oli essenziali, esistono altri metodi naturali per allontanare le zanzare in maniera economica ed efficace.


Ad esempio, basta mettere in un contenitore un po' d'aceto e qualche fettina di limone per allontanare le zanzare da una stanza, perché gli insetti non amano l'odore agre e pungente che ne deriva. Questo rimedio è anche utile per purificare gli ambienti da odori forti quali fumo, animali domestici e fritto.


Oppure, ingerire alimenti a base di aglio, peperoncino e lievito di birra, provoca una sudorazione che sembra risultare sgradita alle zanzare, pertanto le allontana ed evita le punture. Lo stesso vale per gli alimenti che contengono molta vitamina C, come gli agrumi.



Rimedi per le punture di zanzara


Invece, qualora non fossimo proprio riusciti ad evitarci una fastidiosa, e pruriginosa puntura di zanzara (ma anche di altri insetti), ecco alcuni rimedi per evitare di grattarsi provocandosi cicatrici e macchie.


E' possibile preparare un semplice decotto di camomilla o di fiori di calendula e tamponarlo delicatamente sulla puntura, affinché il prurito cessi e la bolla si sgonfi in poco tempo.


Oppure si può preparare un trito di prezzemolo fresco e cipolla ed applicarlo sulla parte lesa per una ventina di minuti. Date le note proprietà decongestionanti e rinfrescanti di queste erbe, la loro efficacia è assicurata. Un ulteriore rimedio, soprattutto per chi non ha molta pazienza, è quello di applicare sulla zona interessata un cubetto di ghiaccio, che eviterà, almeno momentaneamente, gonfiore e prurito.



copyright foto: freedigitalphotos.net



Condividi questo articolo e informerai tantissime persone che desiderano aiuto contro le zanzare! Grazie