PROPRIETA' DEI SEMI DI LINO


I semi di lino vengono ricavati da una pianta erbacea annuale, chiamata scientificamente Linum Usitassimum, che cresce spontaneamente in quasi tutti gli ambienti. I frutti di tale pianta, coltivati già in tempi antichissimi, contengono appunto, dei semini brunastri ricchi in mucillagine e, pertanto, essendo delle fibre, hanno numerose proprietà.


Coltivato per ricavarne tessuti fin dalla preistoria, il lino era noto già ad Ippocrate, il padre fondatore della medicina, per via delle virtù curative dei suoi semi. Impiegati per decotti o spremuti per ottenerne un olio, i semi di lino sono dunque una miniera di acidi grassi essenziali, mucillagini, proteine, minerali, vitamine B1, B2, E e soprattutto F. 


Quest'ultima vitamina è, ad esempio, indispensabile nella formazione delle membrane cellulari e contrasta i processi infettivi e l’invecchiamento. Inoltre, l’ olio di semi di lino mantiene stabile il livello di colesterolo, ripulisce l’intestino e migliora la peristalsi.


Come tutte le fibre, inoltre, anche i semi di lino possono essere usati per la regolarità intestinale (a patto che vengano assunti con un adeguato apporto di liquidi); sono molto emollienti e protettivi e possono essere assunti in forma di decotto o infuso, al fine di stimolare e migliorare l'attività urinaria. Infine, gli acidi grassi del tipo Omega-3 contenuti nei semi di lino, sono in grado di rafforzare anche il sistema immunitario e, di conseguenza, aiutano ad eliminare anche le tossine dal corpo.


Scopriamo quindi un po' di più sulle proprietà dei semi di lino e vediamo come sfruttarle al meglio al fine di migliorare sia il nostro stile di vita ed il benessere fisico, sia la nostra bellezza.


Semi di lino: le proprietà


I semi di lino vengono considerati, nella cultura popolare, come i semi della salute. Infatti, nonostante le loro piccole dimensioni, contengono numerosi elementi nutritivi che vengono ritenuti particolarmente benefici per il nostro organismo. E' consigliabile inserirli nella propria alimentazione e nelle proprie abitudini quotidiane in modo regolare, soprattutto se si ritiene di dover migliorare le proprie capacità digestive, ma anche per innumerevoli altre motivazioni.


Gli acidi grassi Omega-3 contenuti nei semi di lino, sono in grado di proteggere l'organismo da eventuali problemi che vanno ad interessare il sistema immunitario, la circolazione sanguigna e malattie come l'ipertensione e l'osteoporosi, la quale grava soprattutto sulle donne in menopausa.

Cercare di bilanciare il contenuto di Omega-3 nella dieta di uomini e donne, dunque, è particolarmente importante per prevenire patologie a carico delle ossa, del cuore e dell'apparato digerente.


L'assunzione regolare di omega-3 e degli stessi semi di lino, dunque, è legata sia a un miglioramento delle funzioni digestive, sia ad un accrescimento dei livelli di colesterolo HDL, utile per la prevenzione di patologie a carico dell'apparato cardiovascolare. L'ingestione dei semi di lino può essere inoltre benefica nel caso in cui si soffra di stitichezza, per via della loro azione emolliente nei confronti dell'intestino. Per ottenere un apporto regolare di omega3 a partire da essi, gli esperti consigliano di assumere almeno 3 cucchiaini di semi di lino al giorno.


Oltre ciò, comunque, i semi di lino contengono anche moltissimi sali minerali come manganese, fosforo, rame e magnesio, oltre che proteine e vitamine del gruppo B. Le proprietà emollienti dei semi di lino si rivolgono, oltre che all'intestino, anche all'apparato urinario, rendendoli utili nel caso in cui si soffra di cistite. I semi di lino infatti, aiutano l'organismo ad attivare i propri processi depurativi e favoriscono la regolarità intestinale.


Ricetta per favorire la regolarità intestinale con i semi di lino


I semi di lino, quando vengono messi in acqua, si gonfiano, e liberano mucillagini che hanno un effetto cicatrizzante e lenitivo. Per questo motivo, l’infuso a freddo di semi di lino, può essere usato come emolliente negli stati infiammatori intestinali.


Come fare: procurati un bicchiere d’acqua naturale e un cucchiaio di semi di lino, e metti il tutto in infusione per una notte, coprendo il bicchiere con un piattino. La mattina bevi l’acqua a digiuno.


Olio di semi di lino e proprietà anti-age


L’olio di semi di lino è anche ricchissimo in tutta la gamma di acidi grassi essenziali del gruppo Omega 3, 6 e 9, i cosiddetti “grassi buoni”. L'acido alfa-linoleinico (ALA) in esso contenuto, in particolare, migliora l'ossigenazione ed il ricambio cellulare con un marcato effetto anti rughe.


E', inoltre, essenziale per il funzionamento del sistema immunitario e di quello endocrino, e disinfiamma le mucose. L’olio di semi di lino, poi, “lubrifica” le attività metaboliche, ed aiuta il corpo ad eliminare le tossine attraverso pelle, reni e intestino, contribuendo a mantenere pelle, capelli e funzioni organiche giovani ed in perfetta salute.


Semi di lino e capelli


L’Olio di semi di lino, come abbiamo visto, è naturalmente ricco di Vitamina E ed F, acido Linoleico (Omega 3) e Beta-carotene e pertanto è un vero toccasana per rimediare alle problematiche della tua capigliatura. Viene quindi in aiuto di problemi quali la forfora, i capelli secchi e sfibrati, la caduta eccessiva e le doppie punte.


Trattamento antiforfora con semi di lino:


Lascia agire una buona quantità di olio di semi di lino come fosse una maschera nutriente, per circa 25/30 minuti creando un impacco sui tuoi capelli asciutti. Questo trattamento si rivela molto utile per regolare la produzione del sebo e normalizzare il cuoio capelluto.


Crema nutriente ai semi di lino:


Dopo aver effettuato lo shampoo come tua abitudine, versa sui capelli una quantità adeguata di Olio di semi di lino, lasciandolo agire per 5 minuti, quindi risciaqua abbondantemente massaggiando il cuoio capelluto. I tuoi capelli saranno subito più morbidi e lucenti.


Gel maschera ai semi di lino e miele:


Metti i tuoi semi di lino in ammollo con acqua per una notte. Dopo che si saranno ammollati e si sarà formata una mucillaggine vischiosa, passa il tutto in un colino per separare il liquido dai semini. Versa il liquido in un padellino e mettilo sul fuoco. Scalda il composto per qualche minuto, senza esagerare altrimenti si addensa troppo.

Versa il liquido tiepido, ma non freddo, in alcuni stampini (devi poter creare delle mono-porzioni) e mettili nel freezer pronti per essere utilizzati all'occorrenza.

Non appena il gel sarà tiepido, puoi decidere di unirci un cucchiaino di miele o qualche goccia di succo di limone per rendere il tuo impacco ancora più ricco. Applicalo sui capelli umidi o asciutti e lascialo agire per 15 minuti, poi risciacqua come fai di solito.



Assumere correttamente l'Omega-3 dai semi di lino


Dal momento che i semi di lino contengono fino al 58% di acidi grassi, ne bastano solamente 6 g di olio di semi di lino per soddisfare il fabbisogno giornaliero di Omega 3: è l’equivalente di un cucchiaino di olio crudo, da assumere preferibilmente al mattino, preferibilmente a stomaco vuoto. Una volta aperto, l’olio di lino può essere conservato per circa 2 mesi o poco più perché poi irrancidisce. Per questo motivo, è essenziale usarlo a crudo anche come condimento, poiché gli acidi grassi in esso contenuti reagiscono a contatto con il calore perdendo le loro proprietà.


Curiosità: Anche i semi devono essere utilizzati entro le 24 ore per evitare i suddetti fenomeni di irrancidimento.


L'ossidazione, che renderebbe questo alimento inadatto per l'uso dietetico, viene però sfruttata in campo industriale. Infatti, se esposto all'aria, l'olio di lino forma una massa bruna solida, che viene utilizzata nella preparazione di vernici e pitture.


Come viene estratto l'olio di lino?


L'olio di semi di lino viene ottenuto mediante spremitura a freddo ( cioè che non determina un innalzamento termico superiore ai 30°, proprio a causa della loro sensibilità al calore), un processo che permette di estrarre la frazione lipidica dei semi, assieme a quella acquosa.


Successivamente si adottano vari filtraggi dell'olio, al fine di purificarlo e concentrarlo al massimo, e di separare le componenti indesiderate del prodotto.


Semi di lino, vendita


E' possibile acquistare i semi di lino in Erboristeria e nella farmacie che vendono anche prodotti naturali. Possono inoltre essere anche acquistati online. Sono di solito reperibili in confezioni trasparenti da 250 grammi o da 500 grammi. In alcuni casi, sono presenti anche tra gli scaffali dei supermercati, nelle zone dedicate agli integratori naturali o ai prodotti biologici.


E' tuttavia fondamentale scegliere i semi di lino che abbiano una provenienza biologica affinché all'interno di essi non siano presenti tracce di pesticidi e per essere certi che durante la loro lavorazione non abbiano subito trattamenti che possano provocare o anticipare il loro deterioramento. Meglio quindi conservarli in contenitori di vetro scuro e tenerli lontani da fonti di calore e dalla luce diretta.


L'olio di lino viene, infatti, generalmente commercializzato in piccole bottiglie (250 o 500 ml), ha un tempo di conservazione ridotto e dev'essere necessariamente consumato entro un mese dall'apertura. Per proteggerlo dalla luce e dal calore va conservato in bottiglie opache ben sigillate e riposto in un luogo fresco (in frigorifero dopo l'apertura, con il tappo ben chiuso).


In commercio si possono trovare anche delle capsule di olio di semi di lino capaci di apportare una modesta quantità di acidi grassi Omega-3, pertanto vanno consumate più volte al giorno al fine di assumerne la giusta quantità.